1. Fondirigenti
  2. News
  3. Come aderire a Fondirigenti

31Lug 2018

Come aderire a Fondirigenti

Fondirigenti è il fondo interprofessionale, promosso da Confindustria e Federmanager, per il finanziamento della formazione continua dei dirigenti delle aziende aderenti.

Ad oggi, più di 13 mila imprese (con 78 mila manager) hanno già scelto di aderire a Fondirigenti, il maggiore fondo interprofessionale italiano per la formazione del management.

Graffette aereo fatto con graffetta - come aderire a Fondirigenti

Aderire a Fondirigenti è semplice, gratuito e può essere fatto in qualsiasi momento. È sufficiente che l’azienda abbia in organico almeno un dirigente. Per confermare l’adesione occorre scegliere la sezione “Denuncia Aziendale”
del flusso UNIEMENS, selezionare l’opzione “Adesione” e inserire il codice “FDIR” oltre al numero di dirigenti interessati.

L’azienda che intende aderire a Fondirigenti, provenendo da altro Fondo, deve indicare nella “denuncia aziendale” del flusso UNIEMENS, all’interno dell’elemento “FondoInterprof”, l’opzione “REDI” (revoca dal precedente Fondo), e contestualmente nella sezione “Adesione” indicare il codice FDIR, inserendo il numero dei dirigenti interessati all’obbligo contributivo.

L’adesione a Fondirigenti consente di usufruire di un mix di servizi e strumenti:

Il Conto Formazione

Conto Formazione: grazie alle risorse dello 0.30 accumulate sul proprio conto, ogni azienda può presentare in qualsiasi momento dell’anno, Piani formativi destinati ai propri manager, ottenendo il rimborso delle spese sostenute, sulla base del
proprio credito disponibile. Per le imprese di minori dimensioni (fino a 3 dirigenti) è previsto il Conto 24, che consente di ricevere l’approvazione in 24 ore.

Gli Avvisi

Avvisi: sono indirizzati a supportare lo sviluppo della managerialità e della competitività delle imprese su temi attuali e prioritari individuati dagli Organi statutari. A differenza del Conto formazione, si tratta di una procedura selettiva.
In quanto tale, i Piani formativi sono soggetti a criteri qualitativi di valutazione e selezione stabiliti di volta in volta per ogni Avviso.

Le Iniziative strategiche

Iniziative Strategiche: si tratta di progetti finalizzati a contribuire alla crescita delle imprese e del manager su temi ‘chiave’ dello sviluppo quali: Industria 4.0, managerializzazione delle PMI, educazione professionalizzante di
alto livello.

L’opportunità dell’Avviso 2/2018

cubi di legno - come aderire a fondirigenti
Cogliere le opportunità offerte dagli avvisi di Fondirigenti consente alle imprese di essere più competitive in un contesto sempre più veloce e interconnesso, facendo leva su modelli di leadership innovativi, skill aggiornate, trasversali e multidisciplinari. In particolare, l’Avviso 2/2018 ha permesso di finanziare 884 piani aziendali attraverso lo stanziamento di più di 12 milioni di euro.

Quattro le aree di intervento formativo previste:

Filo con freccia sfondo blu - come aderire a Fondirigenti

cyber security e data protection, per migliorare le modalità di gestione e prevenzione del rischio, migliorare la gestione dei dati aziendali, elaborare adeguate strategie di difesa, tenendo conto di quali sono le infrastrutture
tecnologiche possedute e utilizzate dall’impresa;

digitalizzazione dei processi organizzativi e/o produttivi, con interventi riguardanti ad esempio robotica, Digital lean manufacturing, supply chain management, big data, cloud computing o additive manufacturing;

internazionalizzazione, per favorire l’apertura di nuove sedi all’estero, la creazione di nuove reti di vendita, l’individuazione di nuovi mercati partner commerciali, ad esempio attraverso la promozione del marchio, o nuove
strategie di digital marketing e marketing;

– credito, sostenibilità e investimenti, per favorire l’accesso a differenti fonti perl’investimento. In questo ambito formativo non rientrano solo il business planning o la gestione dei rapporti con il sistema bancario, ma anche il green
marketing e i sistemi di gestione della responsabilità sociale, temi strettamente legati alla reputazione aziendale e alla possibilità di promuoversi al meglio sia in Italia che all’estero;

– project management per la gestione dell’innovazione sia all’interno dell’organizzazione aziendale che per migliorare i processi di produzione attraverso la corretta gestione di metodologie, rischi e opportunità di progetto, tempi e costi o la preparazione alla Certificazione PMI-PMP.