I.M.O.

Progetto L’industria Meccanica per l’Occupabilità – I.M.O.

IL PROGETTO

Promosso da Federmeccanica e Federmanager, rappresenta un proseguimento ideale del progetto CTS con un’enfasi molto maggiore sull’occupabilità. E’ un percorso condiviso tra istituti tecnici e imprese, finalizzato alla formazione di competenze specifiche per migliorare la transizione scuola – lavoro dei giovani.


GLI OBIETTIVI

L’obiettivo principale è quello di aumentare l’occupabilità degli studenti, tramite un forte allineamento tra i fabbisogni di scuole e imprese. L’articolazione dell’iniziativa consente di soddisfare ulteriori finalità, quali il rafforzamento del raccordo scuola-lavoro, la diminuzione dei periodi di transizione verso l’occupazione, il miglioramento del curriculum scolastico, lo sviluppo delle funzioni di placement da parte delle scuole e l’accrescimento delle competenze di manager e docenti.


I DESTINATARI

I destinatari delle azioni formative sono:

  • I manager che usufruiscono di una vera e propria formazione “sul campo” per la gestione dei rapporti con le scuole;
  • I docenti che, insieme ai manager, usufruiscono di una formazione specifica sulle modalità e sugli strumenti per il placement;
  • I giovani studenti delle scuole coinvolte i quali partecipano ad attività di alternanza scuola-lavoro, ottenendo la valutazione delle competenze professionali acquisite.

LE ATTIVITA’

L’attività principale è la realizzazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro. Tale collaborazione realizza una vera co-progettazione del curriculum scolastico, che deve corrispondere alle esigenze sia delle scuole che delle imprese. L’attività di alternanza si collega ad azioni di placement degli studenti ed è affiancata da proposte di tirocini aziendali per i docenti, con l’obiettivo di fornire a questi ultimi una migliore conoscenza dei processi aziendali e delle competenze richieste dalle imprese. E’ parte del progetto anche l’indagine sulla domanda di competenze delle imprese rispetto ai diplomati dell’Istruzione tecnica, che consente di avere un quadro generale sui fabbisogni professionali delle imprese e sui profili aziendali maggiormente richiesti. Al termine è prevista un’azione di diffusione, a seguito di una valutazione dei punti di forza e delle criticità emerse. Le attività realizzate tra il 2014-2015 sono progettate come primo step di un programma pluriennale, inteso a sviluppare un piano formativo in alternanza che accompagni lo studente per un intero triennio e fino al passaggio dalla scuola al lavoro.


I NUMERI

Il Progetto interessa 10 città italiane (Bergamo, Biella, Brescia,Firenze, Frosinone, Lecco, Milano, Monza, Roma e Torino), con la partecipazione di 75 aziende, 36 scuole e oltre 240 tra manager e docenti e più di 600 studenti coinvolti.