Progetto PMI

Interventi innovativi per lo sviluppo della Piccola Industria attraverso la crescita manageriale

IL PROGETTO

E’ un’iniziativa sperimentale promossa da Confindustria Piccola Industria e Federmanager, gestita da Fondirigenti in un arco temporale molto ristretto (da giugno a dicembre 2012) per garantire una serie di interventi formativi per la crescita dimensionale e competitiva delle piccole e medie imprese.

In funzione del carattere sperimentale del progetto, è stata realizzata su sette territori campione: Marche, Veneto, provincia di Torino, provincia di Bologna, provincia di Bari, provincia di Cremona e province di Roma e Frosinone.


GLI OBIETTIVI

Il Progetto ha perseguito un duplice obiettivo:

  • supportare la crescita dimensionale e competitiva delle PMI attraverso un percorso di sviluppo manageriale sia in termini di competenze che di capacità organizzative e gestionali diffuse ai diversi livelli aziendali;
  • aumentare le adesioni e innalzare del 20% la partecipazione delle PMI all’utilizzo degli strumenti di Fondirigenti. Esse, infatti, pur rappresentando la maggioranza degli aderenti al Fondo, stentano ad esprimere la propria domanda di formazione.

L’iniziativa ha consentito alle imprese coinvolte di promuovere e realizzare, in tempi rapidi e con le modalità più efficaci, interventi innovativi e mirati, in grado di rispondere alle esigenze specifiche delle aziende, approfondendo quattro ambiti strategici considerati prioritari per la crescita delle PMI: Credito e finanza strategica, Organizzazione e lean, Internazionalizzazione, Alleanze strategiche.


I DESTINATARI

Il Progetto, in virtù del suo carattere sperimentale e coerentemente con l’obiettivo di diffondere capacità manageriale a tutti i livelli organizzativi, si è rivolto a figure professionali diverse e di elevato livello: dirigenti occupati e non, imprenditori, quadri apicali, giovani ad alto potenziale di crescita, co.co.pro.


LE ATTIVITA’

Le attività del Progetto hanno visto la realizzazione di:

  • Piani formativi aziendali proposti dalle aziende, basati sulle reali esigenze della domanda e realizzati direttamente in azienda. I Piani hanno consentito l’attuazione di servizi di formazione on demand quali: percorsi in affiancamento e interventi mirati all’analisi della domanda di managerialità per rilevare i fabbisogni organizzativi e/o manageriali dell’impresa; attività legate all’emersione della formazione anche di tipo informale spesso realizzata ma non valorizzata nelle PMI. In ultimo sono stati anche proposti interventi di assistenza e accompagnamento rivolti a giovani ad alto potenziale da avviare a funzioni manageriali.
  • Piani formativi territoriali/settoriali proposti dalle Parti Sociali che hanno aggregato più PMI con esigenze di crescita e sviluppo comuni. Tali iniziative hanno visto l’attuazione di attività di analisi e benchmarking sul territorio, di formazione in aula o di tipo esperienziale, di seminari, focus e workshop di approfondimento.

La presentazione dei Piani è stata preceduta da un’attività di confronto e analisi sui territori, con il coinvolgimento dei Soci e di un panel di aziende. Gli incontri sui territori sono stati funzionali a mettere a punto l’impianto dell’iniziativa e ad individuare le PMI pilota con le quali sperimentare la realizzazione dei Piani formativi.

Inoltre, per supportare le aziende nell’individuazione dell’offerta formativa è stata costruita, ed è consultabile sulla home page del sito web di Fondirigenti, una banca dati anonima di profili di manager disponibili per la realizzazione di interventi formativi on demand.
Infine, sempre con l’obiettivo di supportare le aziende nell’individuazione dell’offerta formativa, è stata realizzata un’analisi sull’offerta di formazione manageriale adeguata al target delle PMI e disponibile sul territorio nazionale.

Documenti consultabili:

I NUMERI

In soli 6 mesi il Progetto ha visto la realizzazione di 100 Piani formativi aziendali e 26 territoriali per un finanziamento complessivo di circa 4 milioni. I Piani formativi hanno consentito il coinvolgimento di 1.600 partecipanti per un totale di 60.000 ore di formazione.