1. Fondirigenti
  2. News
  3. Pubblicato il Rapporto Pmi Centro-Nord 2018

5Mag 2018

Pubblicato il Rapporto Pmi Centro-Nord 2018

Le Pmi tornano ad affermare prepotentemente la loro presenza, soprattutto al Centro-Nord, mentre le aree di Nord Est e Centro, pur confermando un costante miglioramento, non sono ancora tornate ai livelli pre-crisi. E’ quanto emerge dalla terza edizione del Rapporto Pmi del Centro-Nord, pubblicato il 4 maggio, curato da Confindustria e Cerved, realizzato attraverso un’indagine su circa 118.000 PMI  di capitali (tra 10 e 250 addetti) con un fatturato globale di 740 miliardi di Euro e 3,2 milioni di occupati.

Gli investimenti risultano sempre meno finanziati dal credito bancario, ma piuttosto da capitale proprio e da altre forma di finanziamento, generando così un cambiamento strutturale nelle strategie finanziarie. Anche in questo caso, è il Centro-Nord a fare da traino per l’intero settore.Il rapporto fotografa il costante, anche se lento, sviluppo economico della parte più dinamica della nazione. Il deleveraging, ovvero il minore ricorso al capitale bancario, ha innescato cambiamenti strutturali nei comportamenti delle imprese italiane e soprattutto in quelle del Centro-Nord, che hanno messo in campo capitale proprio in maniera significativa e sperimentato il ricorso ad altre forme di finanziamento.

La natalità d’impresa è tornata ad essere consistente, e 62mila nuove imprese, in gran parte di piccolissime dimensioni, si sono aggiunte alle imprese più robuste rimaste sul mercato nelle regioni del Centro-Nord. Va però sostenuta la capacità di passare da micro a piccola impresa, da piccola a media e da media a grande. La crescita lenta del numero delle imprese che fanno parte del campione (quelle con un numero di addetti compreso tra 10 e 250) suggerisce di concentrare proprio su questo segmento lo sforzo.

Crescita dimensionale, irrobustimento patrimoniale, investimenti, innovazione, accesso ai finanziamenti costituiscono le parole chiave di questa sfida: gli strumenti finanziari pubblici e privati (ed in particolare le risorse della politica di coesione comunitaria) possono fornire il carburante per favorire tali processi; la promozione di una moderna cultura d’impresa l’ingrediente decisivo. Fondirigenti, con le sue opportunità di finanziamento della formazione continua, offre significative opportunità a sostegno di tale sviluppo.

Per approfondimenti: Link Rapporto Creved