1. Fondirigenti
  2. News
  3. Le abilità dei manager nelle aziende che cambiano

16Ott 2018

Le abilità dei manager nelle aziende che cambiano

Quali sono (e quali devono essere) le abilità dei manager nelle aziende che cambiano.

Comunicazione assertiva e aperta

Si tratta di una skill importante da sfruttare in qualsiasi occasione. Tra le abilità dei manager nelle aziende che cambiano, figura senza dubbio una capacità comunicazionale diversa, caratterizzata da chiarezza, onestà, trasparenza e lucidità in ogni situazione. Coerenza e concretezza sono le caratteristiche che accompagnano una comunicazione assertiva davvero efficace.

Ormeggio per barca con cima in un porto

Humus

L’humus del manager è l’insieme di comportamenti, atteggiamenti e valori espressi che permettono al leader di essere riconosciuto e percepito come tale. L’humus permette al manager di apparire agli occhi degli altri come una figura credibile e forte. Un professionista che è in grado di organizzare il lavoro ed essere una guida affidabile anche per gli altri. A queste prime caratteristiche si deve abbinare anche la capacità di autodeterminazione.

Autodeterminazione

Conoscere e imparare a comprendere i propri punti di forza e i propri limiti aiuta a guidare il proprio staff verso risultati concreti e importanti.

Navigare l’emozione

Barca a vela nel mare

Il mix di queste qualità, naturalmente, non forma una creatura sovrannaturale. Anzi, un altro punto di forza dei manager nelle aziende che cambiano consiste proprio nel riconoscere le proprie emozioni e viverle appieno.

Spesso, in alcune fasi del lavoro, possono emergere anche sensazioni spiacevoli che potrebbero portare a prendere decisioni affrettate o persino sbagliate. Riuscire a navigare queste emozioni e ad includerle nelle proprie abilità, significa rafforzare ancora di più la propria leadership e la sicurezza nei propri mezzi. In questo modo, sarà ancor più semplice aumentare la produttività e migliorare i rapporti con i colleghi.

Guidare

A questo punto, diventa determinante riuscire a guidare le persone in “un porto sicuro”. Ogni leader, infatti, deve possedere la capacità di indicare la rotta giusta da seguire, permettendo a tutti i collaboratori di uscire da uno stato di incertezza iniziale e raggiungere anche gli obiettivi che sembrano più complicati da raggiungere. Il manager che riesce in questa impresa viene riconosciuto automaticamente come capo e guida alla quale fare riferimento in ogni momento, positivo, negativo o complicato che sia. Quindi, conciliare gli interessi dell’azienda e la capacità di ascoltare le persone, diventa un’abilità fondamentale per i manager nelle aziende che continuano a cambiare.

Empowerment

Binocoli in riva ad una spiaggia

Empowerment: lavorare per sé e sviluppare le competenze degli altri. Riempire di positività e motivazioni l’ambiente circostante permette di raggiungere obiettivi sempre più importanti, ottenendo il meglio da ognuno. Saper vedere le potenzialità dei collaboratori e aiutarli a svilupparle, amplifica variabili quali: la motivazione, la sicurezza in sé, l’energia psichica, la tendenza ad un “locus of control” interno, caratteristiche importanti che fanno la differenza nei momenti di sfida e difficoltà.