1. Fondirigenti
  2. News
  3. Welfare Index PMI: la formazione si conferma prioritaria

26Mar 2019

Welfare Index PMI: la formazione si conferma prioritaria

Le iniziative per la formazione dei lavoratori e il sostegno alla mobilità sociale delle giovani generazioni sono attuate dal 43,9% delle Pmi. E la formazione si conferma come una delle aree su cui le imprese intendono investire di più nei prossimi anni.

E’ quanto emerge dal  Rapporto Welfare Index PMI, presentato oggi a Roma, giunto alla sua quarta edizione, che offre la fotografia sullo stato del welfare nelle piccole e medie imprese italiane e premia alcune realtà aziendali di rilievo nazionale.

Il Rapporto 2019 Welfare Index PMI, promosso da Generali Italia con la partecipazione delle maggiori confederazioni italiane (Confindustria, Confagricoltura, Confartigianato e Confprofessioni), ha analizzato per il quarto anno consecutivo, il livello di welfare in 4561 piccole medie imprese italiane.

Secondo il rapporto Index Pmi 2019 sono tre gli ambiti principali nei quali il welfare aziendale può offrire un contributo importante al sistema di welfare italiano: la salute e l’assistenza; la conciliazione vita e lavoro; i giovani, la formazione, il sostegno alla mobilità sociale.

Il welfare aziendale è vincente se è un progetto d’impresa che parte dall’ascolto delle esigenze dei dipendenti; gli imprenditori che attivano una strategia coerente e prolungata nel tempo, per il benessere e la soddisfazione dei lavoratori e delle loro famiglie, dichiarano di avere un impatto positivo sulla produttività e anche sulla comunità.

Welfare Index 2019 mette in evidenza che il welfare aziendale non è solo appannaggio delle grandi imprese, ma in questi anni è riuscito a rompere la barriera dimensionale, diffondendosi anche nelle piccole e microimprese.

Negli ultimi tre anni la quota delle imprese molto attive a livello di welfare aziendale, è più che raddoppiata, maturando una consapevolezza del proprio ruolo sociale (il 63,4% dichiara che l’importanza degli obiettivi sociali è aumentata negli ultimi 2-3 anni); sviluppato una visione strategica di lungo periodo (il 71,7% di queste dichiara l’intenzione di accrescere ulteriormente il welfare aziendale in futuro).

Leggi il Comunicato-Stampa

Info: www.welfareindexpmi.it