Avviso 1/2019 - Riparte la formazione in presenza

Avviso 1/2019

18/06/2020

 

Avvio attività formative in presenza 


L’Anpal, Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro, in data 8 giugno 2020, ha emanato la nota prot. 5692, nella quale ha dato atto della possibile ripresa delle attività di formazione in presenza, ferma restando la necessità di applicazione di tutti i protocolli e misure di sicurezza e precauzione già previsti per la ripresa delle attività economiche e produttive.

A tale riguardo, l’Anpal richiama espressamente le “Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive – Nuovo coronavirus SARSCoV-2” emanate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome in data 16 maggio 2020 ed aggiornate in data 11 giugno 2020.

Resta naturalmente ferma l’applicazione di ogni ulteriore normativa direttamente applicabile (ordinanze regionali, DPCM, etc.).

Nella nota si precisa che la ripresa della formazione in presenza può essere accolta laddove vengano assicurate le stesse misure di sicurezza e distanziamento sociale già in atto nelle attività produttive. Le indicazioni operative, eventualmente integrate con soluzioni di efficacia superiore, è opportuno che siano adattate ad ogni singola organizzazione, attraverso l’individuazione di misure più efficaci in relazione ad ogni singolo contesto locale e di procedure/istruzioni operative per mettere in atto dette misure.

Il Consiglio di Amministrazione di Fondirigenti del 17 giugno 2020, preso atto di quanto contenuto nella nota autorizza, a partire dal 22 giugno 2020, la ripresa della formazione in presenza qualora le condizioni logistiche ed organizzative adottate dalle aziende beneficiarie dei finanziamenti e/o dagli enti di formazione nei casi in cui le attività vengano svolte al di fuori della sede aziendale, siano in grado di assicurare il pieno rispetto di tutte le misure di prevenzione e contenimento del contagio individuate per la gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. 

In considerazione dell’emergenza epidemiologica ancora in essere, la modalità in presenza della formazione non assume carattere esclusivo e costituisce dunque, ancora, un’alternativa alla modalità a distanza. Resta quindi inteso che le aziende potranno continuare a fruire della formazione in modalità a distanza o a chiederne l’attivazione secondo la procedura stabilita da Fondirigenti. 
 

    Nota Anpal dell'8/06/2020

    Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive e Ricreative - Nuovo coronavirus SARSCoV-2 (cfr. pag. 29 Formazione professionale)

 

Procedure operative per l’attivazione della formazione in presenza

Le aziende che intendono attivare la formazione in presenza dovranno inviare dalla propria PEC alla PEC fondirigenti@postecert.it apposita autocertificazione, ai sensi del d.p.r. 445/2000, a firma digitale del rappresentante legale con la quale lo stesso dichiari l’avvenuta adozione di tutte le misure di sicurezza e contenimento previste dalla normativa e dai protocolli applicabili. L’oggetto della PEC dovrà contenere: “Avvio formazione in presenza Piano FDIR (codice del Piano)”. 

Una volta trasmessa l’autocertificazione, le aziende non dovranno attendere un riscontro del Fondo e potranno dare avvio alle attività aggiornando il calendario formativo. 
 

Modulistica per l'attivazione della formazione in presenza

La modulistica prevede due modelli di autocertificazioni a cura del Rappresentante legale dell'azienda da utilizzare in base alla sede delle attività formative. Il primo format dovrà essere compilato per le attività svolte presso la sede aziendale, il secondo per le attività svolte presso sedi esterne. In questo secondo caso l'azienda dovrà allegare anche una dichiarazione di assunzione di responsabilità da parte dell'ente formatore.         

 

                                                  

Autocertificazione Rappresentante legale per formazione interna all'azienda

 

                                                  

Autocertificazione Rappresentante legale per formazione esterna all'azienda

 

Erogazione della formazione in modalità digitali e/o aule virtuali

Sulla base delle disposizioni dell’Anpal del 6 aprile 2020 il ricorso alle modalità digitali e/o aule virtuali è applicabile solo alle attività formative svolte in modalità “sincrona”, ossia con attività in cui i momenti di insegnamento e di apprendimento tra discenti e docenti avvengono attraverso il trasferimento diretto (quale ad esempio, la lezione videotrasmessa, il seminario in audioconferenza ecc.) e mediante l’utilizzo di specifiche piattaforme telematiche che possano garantire il rilevamento delle presenze  attraverso il rilascio di specifici output in grado di tracciare in maniera univoca la presenza dei discenti e dei docenti.


Procedure operative per richiedere l’attivazione della formazione con modalità digitali

Le richieste per l’attivazione delle modalità digitali dovranno essere inviate almeno tre giorni prima dell’inizio delle attività dalla PEC aziendale a cura dei Referenti aziendali alla PEC fondirigenti@postecert.it con in oggetto: “richiesta attivazione formazione digitale Piano FDIR (codice del Piano)”. 

Le attività non potranno iniziare in assenza del riscontro del Fondo che verrà trasmesso via PEC. 

Nel testo della richiesta si dovrà fare espresso riferimento all’emergenza COVID-19 e si dovranno comunicare le seguenti informazioni:

-    il titolo degli interventi formativi per cui si richiede la variazione della modalità di fruizione, la modalità inizialmente prevista nel Piano e le relative ore rispetto al monte ore totali;
-    la data di avvio e di fine delle attività erogate in modalità digitale. 

Alla domanda dovrà essere allegata un’autocertificazione del Rappresentante legale (art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, nr. 445) sottoscritta con firma digitale in cui si dichiara:
-    che la fruizione della formazione avverrà in modalità sincrona e con l’utilizzo di strumenti in grado di tracciare in maniera univoca l'identificazione dei partecipanti;
-    i nominativi dei discenti e docenti coinvolti;
-    che la variazione della modalità formativa non comporterà alcuna modifica in termini di obiettivi, risultati concreti e contenuti del Piano approvato;
-    l’impegno a fornire al referente indicato dal Fondo le credenziali per la connessione da remoto alla classe virtuale e il link per il collegamento alle singole sessioni, così da consentirgli il monitoraggio lungo tutto l’arco temporale della formazione a distanza. 

In fase di svolgimento delle attività, le aziende dovranno tenere costantemente aggiornato il calendario e il registro didattico. Per le sole attività svolte con modalità digitali e/aule virtuali all’interno del registro didattico e del calendario web in corrispondenza del campo “nome della sede” dovrà essere riportata la dicitura “formazione in modalità digitale”. Si ricorda che in sede di verifica in itinere dovranno essere prodotti i tracciati dei collegamenti.

In fase di rendicontazione, all’interno della relazione finale, dovrà essere data evidenza della variazione della struttura della formazione erogata e degli eventuali riflessi economici derivati da tale mutamento degli assetti formativi. Resta inteso che il Fondo non potrà in alcun caso riconoscere costi superiori rispetto a quelli previsti nel Piano approvato. 

 

Modulistica per la richiesta di attivazione della formazione in modalità digitale

                   

Autocertificazione Rappresentante legale

 

Modulistica per il tracciamento della formazione in modalità digitale

                                                    

Documentazione partecipanti                   Documentazione docenti

 

 

Pubblicazione Graduatorie

Il Consiglio di Amministrazione di Fondirigenti nella seduta dell’8 aprile u.s. ha deliberato le due graduatorie dei Piani formativi dell’Avviso 1/2019: una per il Centro Nord ed una per il Sud.

L’Avviso ha stanziato 8 milioni di euro di cui 2 destinati alle Regioni del Sud. Sono stati valutati 1.509 Piani formativi per un totale di risorse richieste pari a 20.992.746,16 di euro di cui 18.751.595,36 dal Centro Nord e 2.241.150,80 dal Sud.
Il CdA del Fondo, tenuto conto di quanto previsto all’art. 7 del Testo dell’Avviso, ha deliberato di incrementare lo stanziamento iniziale con ulteriori 7.356.908,27 di euro per approvare tutti i Piani formativi del Centro Nord e del Sud valutati dalla Commissione con un punteggio uguale o superiore a 75/100

Il CdA ha inoltre esteso di 6 mesi il periodo accordato per lo svolgimento e rendicontazione dei Piani. 

Questo importante impegno del Fondo vuole rappresentare un segnale concreto di sostegno e supporto alle imprese e ai loro manager nel delicatissimo momento che sta attraversando il nostro Paese a causa dell’emergenza COVID -19. Siamo infatti certi che lo sviluppo di nuove competenze, strumenti e modelli organizzativi e produttivi possano essere determinanti per affrontare la crisi e rilanciare la crescita della nostra economia. 
****
Il Fondo provvederà ad informare via e-mail tutte le aziende partecipanti ed i Proponenti. La lettera con l’esito della valutazione, unitamente alla scheda con i punteggi attribuiti, saranno consultabili all’interno dell’Area riservata delle aziende nel “Fascicolo del Piano”.

 

Avvio attività formative

L’avvio delle attività formative previste nei Piani ammessi al finanziamento dovrà uniformarsi ai provvedimenti restrittivi adottati dal Governo. 
Si invitano, quindi, i beneficiari del finanziamento ad aggiornare il “calendario attività” all’interno della propria Area riservata.

 

Scadenza per l’invio della rendicontazione

La rendicontazione dovrà essere trasmessa on line entro e non oltre il 14 giugno 2021.
L’accesso all’Area riservata per la compilazione e presentazione della rendicontazione sarà disponibile fino all’ultimo giorno utile per l’invio. Trascorso tale termine non sarà più possibile accedere alla documentazione. 
Non saranno prese in esame ulteriori richieste di proroga, se non collegate al verificarsi di  cause di forza maggiore (ad es. calamità naturali o provvedimenti giudiziari).

 

Aiuti di Stato

I finanziamenti concessi ai Piani in relazione agli importi richiesti dalle singole aziende partecipanti sono stati registrati nel Registro Nazionale degli Aiuti di Stato.

 

Graduatorie Avviso 1/2019