Avviso 1/2020

1 luglio 2020 – Presentazione di Piani Formativi Condivisi aziendali


Gli Organi statutari di Fondirigenti hanno deliberato di promuovere un Avviso da 1 milione di Euro per sostenere lo sviluppo della managerialità e della competitività delle imprese aderenti con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia.

La scelta di un Avviso regionale è stata determinata dal limitato ricorso agli strumenti del Fondo da parte delle imprese localizzate in questi territori oltre che dai risultati della ricerca promossa da Fondirigenti e dedicata al “Progetto Sud” che ha indagato i vincoli e i fattori di ostacolo alla managerializzazione nelle regioni meridionali.
L’impegno del Fondo di supportare queste Regioni con azioni mirate è reso ancora più forte a causa dell’emergenza Covid-19 che ha innescato un grande cambiamento in tutte le aziende rendendo necessarie nuove capacità e competenze organizzative e nuove modalità gestionali e produttive.

I Piani formativi aziendali dovranno riguardare lo sviluppo di competenze in uno dei seguenti 6 ambiti approfonditi nel Testo dell’Avviso:

1.    Efficientamento di processi produttivi e gestionali 
2.    Sviluppo e trasformazione digitale
3.    Internazionalizzazione 
4.    Marketing e comunicazione
5.    Risorse umane 
6.    Sviluppo strategico

Ogni azienda dovrà scegliere 1 ambito prevalente ma la proposta formativa potrà essere integrata anche da altri temi purché venga rispettata la complessiva coerenza tra i contenuti e l’ambito principale individuato.

Il finanziamento massimo è di 10.000 Euro per un solo Piano ad azienda.

Sono escluse dalla partecipazione all’Avviso le imprese:

-    con sede legale in Regioni diverse da quelle citate;
-    che al momento della presentazione del Piano hanno sul proprio conto formazione un saldo disponibile pari o superiore a 2.000 Euro;
-    che hanno ottenuto un finanziamento sul precedente Avviso 1/2019;
-    che si trovano in stato di fallimento, di liquidazione coatta amministrativa, di concordato preventivo (salvo il caso previsto dall’art. 186 bis del Regio Decreto 16/3/1942 n. 267), di amministrazione straordinaria (D.Lgs. n. 270/1999), di amministrazione straordinaria speciale (Legge 39/2004), di liquidazione per effetto del verificarsi di una causa di scioglimento, o che abbiano in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali condizioni. 

Stante il periodo emergenziale entro il quale potrebbero svolgersi le attività, le aziende potranno scegliere di realizzare il proprio percorso in modalità a distanza e online. La formazione in presenza dovrà essere erogata nel rispetto di tutte le disposizioni di prevenzione dell’emergenza COVID-19 in atto. 

L’intero processo di presentazione e rendicontazione dei Piani avverrà digitalmente dall’Area riservata alle aziende, accessibile tramite la sezione MyFondirigenti del sito web del Fondo. 

I Piani formativi saranno sottoscritti con firma digitale unicamente dal Rappresentante legale delle aziende. 
Si invitano, pertanto, tutti gli aderenti a verificare il possesso e la validità della firma digitale. 

Anche la Condivisione dei Piani verrà effettuata on line, tramite una funzione dedicata, senza dover ricorrere alla sottoscrizione dei documenti in originale cartaceo. La condivisione avverrà attraverso l’Area riservata delle Parti Sociali accessibile tramite le credenziali contrassegnate dalla C per le Associazioni di Confindustria e dalla F per le Associazioni di Federmanager. 

L’accesso all’Area riservata per la compilazione dei Piani sarà disponibile a partire dalle ore 12:00 del 15 settembre 2020 fino alle ore 12:00 del 26 ottobre 2020

Tutti i Piani che perverranno entro il 26 ottobre 2020 verranno sottoposti ad una valutazione, formale da parte della struttura del Fondo, di merito da parte di una Commissione esterna che, a chiusura dei lavori, redigerà una graduatoria.
Il Consiglio di Amministrazione del Fondo delibererà in merito all’approvazione della graduatoria garantendo il finanziamento delle iniziative con un punteggio uguale o superiore alla soglia di approvazione (75/100) nei limiti dello stanziamento previsto di 1 milione di Euro.  

La graduatoria sarà pubblicata sul sito web di Fondirigenti entro al massimo 90 giorni dal termine per la presentazione dei Piani. 

Le iniziative di formazione di cui al presente Avviso si configurano come Aiuti di Stato. La concessione dei finanziamenti è vincolata all’esito dell’interrogazione del Registro nazionale degli Aiuti di Stato, alle condizioni e con le modalità previste dall’art. 52 della L. 24 dicembre 2012, n. 234 e s.m.i e dalle disposizioni attuative. 

L’assistenza tecnica sulla presentazione dovrà essere richiesta unicamente tramite e-mail, all’indirizzo di posta elettronica dedicato: avviso1-2020@fondirigenti.it indicando nell’oggetto la matricola INPS di riferimento. 
 

Documenti consultabili

Testo integrale Avviso 1/2020

Regolamento (UE) n. 1407/2013 del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato agli aiuti d’importanza minore “de minimis”.

Regolamento (UE) n. 651/2014 del 17 giugno 2014 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli art. 107 e 108 del Trattato (Regolamento generale di esenzione per categoria).
     
Linee Guida 1° parte - La presentazione dei Piani formativi

Linee Guida 2° parte - La gestione dei Piani formativi

Linee Guida 3° parte - La rendicontazione dei Piani formativi

 

“La formazione dei dirigenti e la diffusione della cultura manageriale del Mezzogiorno”: lo studio di Fondirigenti

Occorrono più manager nelle imprese del Sud, per aiutare la competitività e imboccare con decisione la strada dell’innovazione. È quanto emerge dalla ricerca presentata da Fondirigenti lo scorso 24 settembre nel webinar dedicato a Progetto Sud e alle modalità di partecipazione al nuovo avviso 1/2020. 

L’indagine appena pubblicata online sul nostro sito fa parte di un ampio programma di interventi che Fondirigenti rivolge alle imprese del Meridione, ed è stata realizzata da Fondirigenti in collaborazione con l’Università della Calabria. prendendo in esame un campione di oltre cento aziende rappresentative di sei regioni d’Italia, Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia, Campania e Sardegna

I risultati confermano: al Sud le imprese innovano poco e fanno poco network tra filiere e territori. Scarso anche il ricambio generazionale dei dirigenti, che risultano per i due terzi di età compresa tra i 40 e i 60 anni, ai quali si aggiunge un ulteriore 22% di senior manager oltre i 60 anni.  

La formazione oltre a fornire competenze specifiche, secondo gli intervistati, contribuisce a porre le basi per il cambiamento della cultura organizzativa. La richiesta di innovazione proviene dalle stesse imprese che indicano fra i fattori per lo sviluppo una gestione più strategica e ‘manageriale’ delle risorse umane (50%), una formazione focalizzata sul business development (50%), ma soprattutto maggiori incentivi per l’innovazione (53%), la creazione di reti d’impresa (42%), la crescita dimensionale (42%). 

La ricerca è disponibile sul sito di Fondirigenti ai seguenti link.